LOC – Legalità Organizzata in Campania

Home/Progetti/LOC – Legalità Organizzata in Campania

Il Progetto LOC “Legalità Organizzata in Campania” della Regione Campania prevede una serie di iniziative per la promozione della cultura della legalità e del vivere civile. Le attività sono di sostegno alla funzione educativa della famiglia e per l’educazione alla legalità da realizzare presso scuole, istituzioni educative, comunità locali ed attraverso gli educatori di strada, anche mediante il coinvolgimento del Terzo Settore.

L’ambito di azione è l’intero territorio regionale con interventi mirati in aree a più forte rischio di marginalità e di infiltrazione camorristica.

La strategia adottata si basa sull’idea che la diffusione di una cittadinanza consapevole sia presupposto essenziale per combattere forme di illegalità e di devianza nelle aree ad alta esclusione sociale.

Il 28 settembre 2021 sono iniziate le attività di Lettura Dialogica.


Partner di Progetto


Conferenza nazionale “Sicurezza e Legalità”, Napoli 16-18 novembre 2018

Conferenza nazionale

Guarda le immagini


Osservatorio regionale sull’utilizzo dei beni confiscati

(art. 6 della Legge Regionale n. 7 del 16/04/2012 e ss.mm.)

NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE SU LEGALITÀ E BENI CONFISCATI

         

           ANNO 2021

          ANNO 2020

         ANNO 2019

NEWS

  • Differimento dei termini al 28.02.2022 per la presentazione delle Manifestazioni di interesse e delle scadenze indicate all’Articolo 4 dell’AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE FINALIZZATE ALLA PARTECIPAZIONE AL PRIMO FORUM ESPOSITIVO DELLA VALORIZZAZIONE DEI BENI CONFISCATI – CHIAVI DI ACCESSO E DI VALORIZZAZIONE.

Differimento dei termini al 31.01.2022 per la presentazione delle Manifestazioni di interesse e delle scadenze indicate all’Articolo 4 dell’AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE FINALIZZATE ALLA PARTECIPAZIONE AL PRIMO FORUM ESPOSITIVO DELLA VALORIZZAZIONE DEI BENI CONFISCATI – CHIAVI DI ACCESSO E DI VALORIZZAZIONE.

In data 31 maggio 2021 è stato sottoscritto dal prefetto Maria Teresa Sempreviva, Vice direttore generale del Dipartimento della pubblica sicurezza, e dall’Assessore alla Legalità, Sicurezza, Immigrazione Mario Morcone il protocollo di intesa che ha per asset strategico l’attuazione del Programma operativo nazionale (Pon) e complementare (Poc) sui temi della legalità, della sicurezza e dell’inclusione sociale in Campania. Le risorse economiche sono stanziate dal Fesr-Fse del 2014-2020.

«Rafforzare gli standard di sicurezza – ha dichiarato Morcone – in particolari aree del nostro territorio che sono strategiche per lo sviluppo produttivo. Allo stesso tempo, bisogna implementare la governance del patrimonio dei beni confiscati prevista dal piano strategico approvato dalla giunta campana. Le parti intendono rinnovare le azioni di valorizzazione dando priorità ai beni che si trovano all’interno dei due Masterplan: Litorale Domitio-flegreo e Litorale Salerno sud. In merito alla gestione delle strutture sottratte alla criminalità vogliamo creare nuove forme di cooperazione sociale con il terzo settore, facendo leva anche sulla nascita di start up. Sviluppare l’occupazione giovanile, l’inclusione sociale e la diffusione della cultura della legalità; migliorare le competenze della Pubblica amministrazione nel contrastare la corruzione».

Il protocollo di intesa ha recepito tutte le novità messe in campo dalla Commissione europea e approvate nella decisione del 9 gennaio 2018. Saranno disponibili ulteriori risorse per migliorare il sistema di accoglienza e integrazione dei migranti. Un’azione molto importante è il piano di inserimento nel mondo del lavoro per sottrarli alle organizzazioni criminali. Irrobustire la rete dei servizi di assistenza socio-sanitaria, combattere le forme di sfruttamento e di caporalato. Nell’ambito del progetto “One Stop Shop”, quale nuova metodologia di accoglienza dei migranti, sono previsti percorsi di assistenza per i rifugiati, per i richiedenti asilo e per chi non ha cittadinanza, da localizzarsi soprattutto nelle zone di Napoli e Salerno. Il protocollo durerà fino al 31 dicembre 2025.

(Fonte: regione.campania.it)

La Regione Campania
per i Beni confiscati

21/09/2021 – E’ stato pubblicato sul BURC n. 94 del 20/09/2021 il decreto dirigenziale n. 33 del 09/09/2021 che, in attuazione del Programma annuale degli interventi per la valorizzazione dei beni confiscati – annualità 2021, approva l’ Avviso pubblico per la concessione di contributi per il supporto alla gestione dei beni confiscati – annualità 2021” per un ammontare di € 300.000,00.

Esso è rivolto agli enti e associazioni di cui all’art. 48 comma 3 lettera c) del D. Lgs. 159/2011 che hanno ricevuto in concessione un bene confiscato.

I soggetti proponenti possono presentare istanza di partecipazione per interventi da realizzare nei beni confiscati loro concessi, e prevedere uno o più azioni, di seguito elencate:

  • avvio, sviluppo, diversificazione e ampliamento dei prodotti e/o servizi in particolare finalizzati all’inclusione e al sostegno di soggetti fragili (a titolo esemplificativo, persone con disabilità fisica e psichica, persone con disturbo dello spettro autistico, persone con dipendenze, ecc.);
  • implementazione di innovazioni di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo, commerciale e produttivo, ambientale;
  • miglioramento di adeguati standard qualitativi di prestazioni (inclusa l’implementazione di piani di qualità sociale, certificazione e accreditamento);
  • promozione o rafforzamento della presenza dell’impresa su mercati diversi da quello regionale, anche esteri;
  • promozione e implementazione di pratiche e filiere d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati in un’ottica di rete;
  • promozione della cultura della legalità, della cittadinanza attiva, degli scambi culturali, del volontariato attraverso concrete esperienze educative e di partecipazione.

Il contributo massimo per ciascuna proposta progettuale ammonta ad € 50.000,00.

Le candidature devono pervenire entro e non oltre le ore 23,59 del 08/11/2021 all’indirizzo di posta elettronica certificata beniconfiscati@pec.regione.campania.it

Per informazioni e chiarimenti è possibile inviare quesiti fino al 3 novembre p.v. tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata beniconfiscati@pec.regione.campania.it

Decreto Dirigenziale n. 33 del 9/9/2021 con allegati

16/08/2021 – E’ stato pubblicato sul BURC n. 81 del 16/08/2021 il decreto dirigenziale n. 30 del 09/08/2021 della UOD 06 “Sicurezza e Legalità” dell’Ufficio per il Federalismo e dei Sistemi Territoriali e della Sicurezza Integrata, che, in attuazione del Programma annuale degli interventi per la valorizzazione dei beni confiscati – annualità 2021, di cui all’art. 3-bis della L.R. 16 aprile 2012 n. 7 e ss.mm.ii., approva l’Avviso Pubblico denominato “Legge Regionale del 16 aprile 2012, n. 7 e ss.mm.ii. Avviso pubblico a favore dei Comuni per il finanziamento di progetti di riutilizzo di beni confiscati – annualità 2021” per un ammontare di € 1.637.825,00.

Esso è rivolto ai Comuni della Regione Campania, al cui patrimonio indisponibile sono stati trasferiti beni immobili confiscati alla criminalità organizzata, da utilizzare ai sensi dell’art. 48 del D. Lgs. 159/2011.

I soggetti proponenti possono presentare istanza di partecipazione per interventi finalizzati al recupero e alla rifunzionalizzazione degli immobili confiscati da destinare ad attività istituzionali/sociali/produttive.

Il contributo massimo per ciascuna proposta progettuale è di € 200.000,00.

Le candidature devono pervenire entro e non oltre le ore 23,59 del 30 ottobre 2021 all’indirizzo di posta elettronica certificata beniconfiscati@pec.regione.campania.it

Per informazioni e/o chiarimenti è possibile inviare quesiti fino al 22 ottobre p.v. tramite posta elettronica all’indirizzo PEC beniconfiscati@pec.regione.campania.it

Scarica la documentazione:

GASCOM

Corso di Alta formazione in
“Gestione delle Aziende Sequestrate
e Confiscate alle Mafie”


Firmata la Convenzione operativa fra l’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata (ANBSC) ed il DEMIDipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli studi di Napoli ‘Federico II’.


(AVVISO CHIUSO) > POR CAMPANIA FSE 2014-2020 ASSE II- OBIETTIVO SPECIFICO 11-AZIONE 9.6.5 PROGETTO “LOC LEGALITÀ ORGANIZZATA IN CAMPANIA” CUP B29H17000080009 > Corso di Alta Formazione in Gestione delle Aziende Sequestrate e Confiscate alle Mafie

Il Corso di Alta Formazione in Gestione delle Aziende Sequestrate e Confiscate alle Mafie è promosso dal Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dalla Regione Campania e da Sviluppo Campania Spa e intende rispondere alla domanda di saperi e competenze economiche, aziendalistiche, giuridiche e sociali del mondo delle professioni, delle Istituzioni, dell’Autorità Giudiziaria, dei manager, per affrontare le nuove sfide della criminalità economica e della gestione e destinazione delle aziende sequestrate e confiscate.

LETTURA DIALOGICA

(Progetti sperimentali)

Nell’ambito del progetto LOC “Legalità Organizzata in Campania” sono stati pubblicati tre Avvisi per lo svolgimento dei progetti sperimentali.

Il terzo Avviso riguarda la Manifestazione di interesse per raccogliere le adesioni di partecipazione alle attività di “Lettura dialogica per bambini (0-6 anni) e i loro genitori” e, condividendo le attività che già da molti anni vengono realizzate nei Punti lettura ‘Nati per Leggere’, Sviluppo Campania S.p.A ha attivato, in diversi territori della Campania, Punti lettura nei quali saranno svolte attività gratuite di lettura di relazione condivisa con bambini da 0 a 6 anni e le loro madri e/o familiari che abbiano un legame significativo con i bambini coinvolti e di sostegno delle competenze genitoriali, attraverso la metodologia della Lettura dialogica.

COMUNICATI

Nell’ambito del progetto LOC “Legalità Organizzata in Campania” sono stati pubblicati tre Avvisi per lo svolgimento dei progetti sperimentali.

Il secondo Avviso è destinato all’acquisizione di adesioni da parte di soggetti sociali ed istituzionali per la disponibilità di spazi ove realizzare attività di lettura dialogica per famiglie con bambini da 0 a 6 anni e i loro genitori.

Ulteriori informazioni

Nell’ambito del progetto LOC “Legalità Organizzata in Campania” sono stati pubblicati tre Avvisi per lo svolgimento dei progetti sperimentali.

Il primo Avviso riguarda la Manifestazione di interesse per l’acquisizione di candidature ai fini della selezione di soggetti per le attività di “lettura dialogica per bambini da 0 a 6 anni e i loro genitori”.

Leggi l’Avviso

2022-11-23T15:04:32+01:00Progetti|
Torna in cima