Nell’ambito delle misure di sostegno alle imprese campane per fronteggiare gli effetti negativi che l’emergenza epidemiologica da COVID-19 sta producendo sul tessuto produttivo regionale, con la DGR n. 172/2020 e la successiva D.G.R. n. 220 del 2020, la Regione Campania ha costituito il Fondo Liquidità Confidi, fondo per l’erogazione di crediti diretti alle imprese.

Sviluppo Campania è individuata quale soggetto gestore del “Fondo liquidità Confidi” ad integrazione dello Strumento Finanziario “Garanzia Confidi” di cui alla DGR 477/2018.

I “Crediti Diretti”, vengono erogati da un Confidi autorizzato da Banca d’Italia iscritto nell’Albo Unico di cui all’articolo 106 del TUB, quale Soggetto Gestore dei fondi ad esso attribuiti dalla Regione Campania attraverso Sviluppo Campania spa, quale Soggetto Attuatore dell’intervento regionale.

A tal fine, Sviluppo Campania ha attivato una procedura negoziata, emanando un avviso di manifestazione di interesse per la selezione dei Confidi per la gestione del fondo liquidità confidi per la concessione di prestiti ponte in favore delle microimprese, ivi compresi i liberi professionisti, FONDO GARANZIA CAMPANIA-POR FESR 2014/2020 – Asse 3.6.1 – CUP B61J18000090009 – CIG 8388719DE6.

Il soggetto aggiudicatario per l’erogazione dei prestiti ponte a breve termine a favore di microimprese per fabbisogni di liquidità è Confeserfidi Scarl.

ConfeserFidi, nell’ambito delle suddetta iniziativa – potrà fino al 30/06/2021 salvo proroghe – concedere un Credito Diretto, di ammontare massimo di 35.000 euro e con una durata massima di 3 mesi, a ciascun Destinatario Finale che avrà chiesto ad una Banca Finanziatrice la concessione di un Finanziamento Bancario a tasso di mercato assistito dalla garanzia di Medio Credito Centrale ai sensi del D.L. 08.04.2020 n. 23 e provvedimenti equivalenti, qui denominato “Finanziamento Bancario Garantito MCC”.

Il Credito Diretto sarà concesso, nella forma di anticipazione (bridge), per una quota di almeno il 20% a valere sulle risorse del bilancio del Confidi e per la restante parte a valere sulle risorse finanziarie del “Fondo” assegnato in gestione al Confidi da Sviluppo Campania Spa.

Il Credito Diretto sarà pertanto costituito per il 20% da Fondi di ConfeserFidi da rimborsare al tasso mensile pari a 0,69% e per l’80% dal Fondo Liquidità di Sviluppo Campania Spa da rimborsare a tasso zero.

Per poter richiedere il Credito Diretto, il Destinatario Finale dovrà presentare a ConfeserFidi una richiesta di finanziamento corredata da un’autocertificazione attestante la avvenuta presentazione della domanda di Finanziamento Bancario Garantito da MCC con garanzia pari almeno del 80% e un Mandato Irrevocabile di incasso a favore del Confidi. In questo caso ConfeserFidi concederà la anticipazione delle somme fino ad un massimo del 60% dell’importo richiesto alla Banca e indicato nella predetta autocertificazione e, all’atto della stipula, la Banca Finanziatrice erogherà al Destinatario Finale il Finanziamento Garantito MCC al netto dell’importo dovuto al Confidi per il rimborso del Credito Diretto.

Nel caso di mancata concessione del Finanziamento Bancario Garantito da MCC da parte della Banca Finanziatrice prima della scadenza del Credito Diretto erogato dal Confidi, ConfeserFidi potrà, entro 15 giorni a far tempo dalla predetta scadenza, su richiesta del Destinatario Finale, deliberare la concessione di un ulteriore credito diretto nella forma di prestito garantito da MCC denominato “Prestito Confidi garantito MCC” con un importo minimo di 35.000 euro e massimo 50.000 euro da restituire a tasso annuo pari al 5.49% massimo entro 36 mesi.

A chi è rivolto

L’ Avviso Pubblico è rivolto a microimprese (ivi compresi i liberi professionisti) così come definite nella Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003 e nell’Allegato 1 del Regolamento UE 651/2014, aventi almeno una sede operativa in Campania.

Sul sito www.confeserfidi.it, nella apposita sezione “Fondo Liquidità Confidi”, si potrà consultare tutta la documentazione necessaria per l’accesso alla misura agevolativa.

Scheda “Fondo liquidità Confidi”